Contenuto protetto
Per visualizzare il dettaglio del contenuto è necessario autenticarsi.
Ok
 

Notizie dalle imprese

 
 
A A A
 
tower-model:MA1-41
CONTROLLI
true
true
true
true
true
true
true
true
PID = ${pid}
hashIndex = ${hashIndex}
newSeed = ${newSeed}
seed = bflWNfmmJHkARTNh9yVAzfS02Nb9jXmPKYd8i0SyEc0ODQDmQHbF449yes9QMj5BILisd1FEAP42W12pSf17wyLdGjr0GMTyK2sFQ9FhnS9tSVkeCBcviXRjsm9ZPqz7zRdsvCqpyCq5Wp9E72z8Wm7Cbk4FlSxdISzfMp0Tpmrs3lUnyLYNPO8Pcm2SGHJk0RNe8fby
can-view = false
Notizie dalle imprese
24
set
2018
Kaitek-Flash Battery: in aumento fatturato (+80%) e occupazione (+63%).
 
$titolo

Il 2018 sarà l’anno dei record per la Kaitek Flash Battery di Calerno, una delle più giovani e innovative imprese reggiane, impegnata nella produzione di batterie al litio per macchine industriali e veicoli elettrici.
Guidata dal 33enne Marco Righi, che sei anni fa avviò la produzione insieme all’amico Alan Pastorelli, oggi direttore tecnico, l’azienda ha rapidamente conquistato il mercato italiano e internazionale ed è oggi conosciuta in 54 Paesi, con il picco delle esportazioni in Francia, Germania, Spagna e Belgio.
Fra i dati più rilevanti della crescita, esaminati dal Consiglio di amministrazione, spiccano fatturato e occupazione.
Le cifre, al 31 luglio, parlano di un volume di vendite che sfiora i 7,6 milioni di euro, cifra già superiore all’intero fatturato 2017 (6,5 milioni), con una previsione di chiusura 2018 a 11,7 milioni (+80%).
Gli occupati sono contemporaneamente passati da 27 a 41 unità e, a fine anno, saliranno a 44.
Siamo molto soddisfatti di questi risultati – sottolinea Marco Righi, CEO di Kaitek-Flash Battery – soprattutto perché sono frutto di una continua ricerca che coinvolge in massima parte giovani (il 90% degli occupati ha meno di 40 anni) e ci ha consentito un forte accreditamento nel mondo dell’industria orientato all’uso di fonti d’energia non inquinanti e rinnovabili”.
Ben conosciuta nel mondo dell’automazione, delle costruzioni (le sue batterie alimentano grandi betoniere elettriche), delle quattro ruote (recente e in corso la collaborazione avviata con la californiana Tesla in occasione del “Tesla Tour Destination”), dei veicoli elettrici per le consegne nei centri storici e la raccolta dei rifiuti, ma anche in altri ambiti (come quello delle spazzatrici industriali e stradali completamente elettriche), l’azienda ha messo nel mirino, tra i nuovi mercati, quello degli aeroporti.
Diversi studi – spiega Marco Righi – evidenziano che i tradizionali mezzi di servizio a terra alimentati con diesel o con batterie al piombo, inquinanti, con alti costi di manutenzione e lenti tempi di ricarica, saranno via via sostituiti da veicoli elettrici alimentati da batterie al litio”. “Dopo l’industria automobilistica e il segmento della logistica – prosegue il CEO di Kaitek-Flash Battery - anche il futuro del trasporto aereo, e più precisamente l’intero Ground Support Equipment, sarà caratterizzato da una conversione elettrica con batterie al litio, ed è proprio a questa innovazione che ci siamo preparati e sulla quale abbiamo continuato ad investire, conseguendo già buoni risultati in termini di accordi commerciali e nuove collaborazioni”.
Contestualmente – osserva Righi – la nostra ricerca proseguirà anche su altri fronti e, in particolare, sull’ulteriore velocizzazione delle operazioni di ricarica delle batterie al litio – già oggi senza paragoni rispetto alle batterie al piombo - e sull’ulteriore affinamento di quell’assistenza da remoto che assicuriamo su ogni singola batteria, sgravando le industrie clienti non solo da problemi di manutenzione, ma anche di semplice controllo dello stato di efficienza delle singole batterie, in qualunque parte del mondo e in qualunque condizione vengano impiegate”.

 
DOWNLOAD VERSIONE .PDF