Contenuto protetto
Per visualizzare il dettaglio del contenuto è necessario autenticarsi.
Ok
 

Notizie dalle imprese

 
A A A
 
tower-model:MA1-41
CONTROLLI
true
true
true
true
true
true
true
true
PID = ${pid}
hashIndex = ${hashIndex}
newSeed = ${newSeed}
seed = bflWNfmmJHkARTNh9yVAzfS02Nb9jXmPKYd8i0SyEc0ODQDmQHbF449yes9QMj5BILisd1FEAP42W12pSf17wyLdGjr0GMTyK2sFQ9FhnS9tSVkeCBcviXRjsm9ZPqz7zRdsvCqpyCq5Wp9E72z8Wm7Cbk4FlSxdISzfMp0Tpmrs3lUnyLYNPO8Pcm2SGHJk0RNe8fby
can-view = false
Notizie dalle imprese
28
gen
2019
First Lego League, a Reggio Emilia tutti pazzi per i Lego.
 
$titolo

Nel fine settimana una gioiosa invasione di robot e di costruzioni Lego ha conquistato Reggio Emilia. Nel quartier generale di Kohler, davanti agli sguardi meravigliati di 3000 visitatori, 300 ragazzi dagli 8 ai 16 anni si sono sfidati a colpi di mattoncini per le selezioni regionali Nordest di First Lego League, il campionato mondiale di scienza e robotica promosso da Lego e First, con la Fondazione Museo Civico di Rovereto come operational partner italiano del progetto. In palio l’accesso alla finale nazionale che si terrà a marzo a Rovereto.
Sono 37 le squadre che nelle giornate di sabato e domenica hanno dato vita a robot autonomi costruiti con i mattoncini Lego Mindstorm. I ragazzi si sono messi alla prova nel risolvere in maniera innovativa problemi reali di grande interesse generale, ecologico, economico, sociale, applicando la matematica, la scienza e la tecnologia.
Il tema dell’edizione 2019 è Into Orbit (in orbita) e riguarda l’esplorazione spaziale e la capacità dell’uomo di vivere e lavorare nello spazio. La manifestazione quest’anno ha avuto persino il patrocinio e la collaborazione di ASI, l’Agenzia Spaziale Italiana. Ogni squadra si è cimentata in due gare di robotica nei “pit” allestiti per le prove e tre presentazioni, una tecnica, una scientifica e una legata ai valori di squadra. Sei le formazioni selezionate dalle tre giurie, che passano di diritto alla finale nazionale: 9.81 (Carpi, MO), Eureka (Vicenza), Space Girls (Carpi), Idb Tech-No-Logic (Verona), MyColLego (Verona) e Gome Neve (Trento). Alla competizione hanno preso parte anche quattro squadre dell’Istituto Pascal di Reggio Emilia e il team dei Power SeeKers, composto dai figli dei dipendenti Kohler.
Grande soddisfazione in azienda per la riuscita dell’evento: «In questi due giorni abbiamo avuto l’opportunità di incontrare e ascoltare gli scienziati, i tecnici e gli ingegneri del futuro – commenta Nino De Giglio, direttore Comunicazione di Kohler – Aprire le porte del nostro stabilimento a 3000 persone è stata un’occasione importante per confermare il rapporto che ci lega a Reggio Emilia. Siamo felici di aver portato in città First Lego League, una manifestazione che da più di 20 anni avvicina i giovani al mondo della ricerca e dell'industria, un’avanguardia nelle iniziative internazionali in Italia dedicate all’innovazione e all’apprendimento scientifico. Siamo entusiasti di aver accolto in casa Kohler gli scienziati, i tecnici e gli ingegneri del futuro, con l’obiettivo di stimolarli a sviluppare un pensiero critico e aumentare le proprie capacità di lavorare in squadra».

 
DOWNLOAD VERSIONE .PDF