Fondi PNRR: alla provincia di Reggio Emilia assegnati 29 milioni di euro per l’ammodernamento di alcune scuole
Nelle scorse settimane sono stati approvati sei progetti per nuove edificazioni di scuole di primo grado in altrettanti Comuni: Correggio, Quattro Castella, Reggio Emilia, San Polo d’Enza, Pratissolo di Scandiano e Cerredolo di Toano.
Territorio e Urbanistica PNRR
Per salvare questo contenuto devi accedere all'area riservata
06/07/2022
Fondi PNRR: alla provincia di Reggio Emilia assegnati 29 milioni di euro per l’ammodernamento di alcune scuole

Descrizione

Con i fondi della linea di Investimento 1.1 Next Generation EU destinati alla sostituzione di parte del patrimonio edilizio scolastico italiano con nuove strutture sostenibili con il massimo dell’efficienza energetica e per garantire la didattica con metodologie innovative, verranno demolite e ricostruite sei scuole reggiane.

In particolare, i 29 milioni di euro assegnati, andranno per la demolizione e ricostruzione della scuola media “Amedeo d’Aosta” a Reggio Emilia (10,44 milioni), del plesso di Quattro Castella (elementare Pascoli e medie Balletti, 8,2 milioni) e di quattro scuole elementari: “Don Pasquino Borghi” di Correggio (1 milione e 676.700 euro), Pratissolo di Scandiano (2 milioni e 424.000 euro), “Pezzani” di San Polo d’Enza (4,77 mln) e Cerredolo di Toano (1 milione e 512.000 euro).

Il PNRR rappresenta un’opportunità straordinaria anche per ammodernare il patrimonio edilizio scolastico, che in regione per la metà è stato costruito prima del 1975. Non solo mettendolo a norma e riqualificando gli spazi, ma rendendolo più efficiente dal punto di vista delle prestazioni energetiche, sismiche e anche didattiche.