Contenuto protetto
Per visualizzare il dettaglio del contenuto è necessario autenticarsi.
Ok
 

Notizie dalle imprese

 
A A A
 
tower-model:MA1-41
CONTROLLI
true
true
true
true
true
true
true
true
PID = ${pid}
hashIndex = ${hashIndex}
newSeed = ${newSeed}
seed = bflWNfmmJHkARTNh9yVAzfS02Nb9jXmPKYd8i0SyEc0ODQDmQHbF449yes9QMj5BILisd1FEAP42W12pSf17wyLdGjr0GMTyK2sFQ9FhnS9tSVkeCBcviXRjsm9ZPqz7zRdsvCqpyCq5Wp9E72z8Wm7Cbk4FlSxdISzfMp0Tpmrs3lUnyLYNPO8Pcm2SGHJk0RNe8fby
can-view = false
Notizie dalle imprese
05
set
2019
Kaitek Flash Battery posa la prima pietra della nuova sede.
 
$titolo

A Sant’Ilario d’Enza si è tenuta oggi la cerimonia per la posa simbolica della prima pietra della nuova sede di Kaitek Flash Battery, azienda reggiana leader nazionale nella produzione di batterie al litio per macchine industriali e veicoli elettrici.
Tra i clienti principali, l’azienda annovera Dulevo, Cifa e la reggiana Elettric 80, che fornisce soluzioni logistiche automatizzate alle multinazionali del beverage, food & tissue.
L’amministratore delegato, Marco Righi, con il socio fondatore Alan Pastorelli, ha presenziato all’evento della posa simbolica della prima pietra, cui hanno preso parte il sottosegretario alla presidenza della Giunta della Regione Emilia-Romagna Giammaria Manghi, il sindaco di Sant’Ilario Carlo Perucchetti, l’assessore alle Infrastrutture Daniele Menozzi, il presidente di Unindustria Reggio Emilia Fabio Storchi. All’evento sono intervenuti anche il parroco di Sant’Ilario Ferdinando Borciani che ha impartito la benedizione alle opere e alle persone e l’ing. Carlo Bocchi che ha curato la progettazione del nuovo stabilimento.
Il nuovo sito industriale, collocato a Sant’Ilario d’Enza, sarà 5 volte più grande dell’attuale sede di Calerno, dove Kaitek Flash Battery (13,2 milioni di fatturato, 45 dipendenti nel 2018, con un’età media di 33 anni, rapporti commerciali con 54 Paesi) è nata nel 2012 dall’iniziativa di Marco Righi (oggi amministratore delegato) e Alan Pastorelli (direttore tecnico). Il nuovo complesso sorgerà su un terreno di oltre 20.000 mq, con 1.500 mq di uffici e 3.200 di area produttiva, con possibilità di espansione per ulteriori 5.000 mq.
Nella nuova sede saranno ospitate tutte le attività industriali e produttive, i dipartimenti di Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Marketing, nonché gli uffici commerciali e amministrativi.
La struttura, costruita con un investimento di 6 milioni di euro, sarà in grado di accogliere oltre 150 dipendenti e sarà ultimata nel marzo 2020.
"Con la posa della prima pietra prepariamo il terreno per un’ulteriore crescita della nostra azienda, ampliando il numero dei clienti, i mercati di riferimento e rafforzando i servizi di controllo e assistenza che già oggi garantiamo, da remoto, per ogni singola batteria prodotta”, ha affermato nel suo discorso di saluto l’amministratore delegato Marco Righi.
“Oltre a consentire l’ampliamento della capacità produttiva – ha sottolineato Alan Pastorelli - la realizzazione del nuovo complesso pone le basi per un ulteriore incremento degli investimenti in attività di ricerca e innovazione sui prodotti e sull’uso di energia non inquinante nel mondo dell’industria e nel campo della mobilità sostenibile, continuando il percorso intrapreso nel campo delle tecnologie 4.0”.
La nuova sede Flash Battery – recentemente premiata come miglior impresa under 40 della regione Emilia-Romagna nel corso dell’evento “Industria Felix - l’Italia che compete” - è stata progettata secondo criteri di ecosostenibilità: eliminando l’ausilio dei combustibili fossili, l’insediamento sostiene la maggior parte dei consumi aziendali grazie al parco fotovoltaico installato.
“Il nuovo stabile consentirà al nostro personale di disporre di ambienti funzionali dedicati alle attività di team e a laboratori innovativi di ricerca, ma anche di spazi ricreativi e di aggregazione molto importanti per una popolazione aziendale giovane e dinamica. Desideriamo ringraziare l’amministrazione comunale di Sant’Ilario per il sostegno che ci ha fornito e siamo orgogliosi di continuare ad operare sul territorio per creare benessere”, ha concluso l’amministratore delegato.

 
DOWNLOAD VERSIONE .PDF