Contenuto protetto
Per visualizzare il dettaglio del contenuto è necessario autenticarsi.
Ok
 

Notizie dalle imprese

 
A A A
 
tower-model:MA1-41
CONTROLLI
true
true
true
true
true
true
true
true
PID = ${pid}
hashIndex = ${hashIndex}
newSeed = ${newSeed}
seed = bflWNfmmJHkARTNh9yVAzfS02Nb9jXmPKYd8i0SyEc0ODQDmQHbF449yes9QMj5BILisd1FEAP42W12pSf17wyLdGjr0GMTyK2sFQ9FhnS9tSVkeCBcviXRjsm9ZPqz7zRdsvCqpyCq5Wp9E72z8Wm7Cbk4FlSxdISzfMp0Tpmrs3lUnyLYNPO8Pcm2SGHJk0RNe8fby
can-view = false
Notizie dalle imprese
19
mar
2021
Il Consiglio di Amministrazione di Interpump ha approvato il bilancio consolidato dell’esercizio 2020
 
$titolo

Il Consiglio di Amministrazione di Interpump Group ha approvato il progetto di bilancio di esercizio 2020 e i risultati consolidati dell’esercizio 2020.
Nel 2020 sono state consolidati per la prima volta: il Gruppo Transtecno (settore Olio, acquisito a gennaio 2020 e consolidato per 12 mesi) e la società Servizi Industriali (settore Acqua, acquisita a luglio 2020 e consolidata per 6 mesi). Inoltre sono stati consolidati per l’intero esercizio il Gruppo Reggiana Riduttori (settore Olio, consolidato per soli tre mesi nell’esercizio 2019), la società Hydra Dyne Technology (settore Olio, consolidata per dieci mesi nell’esercizio 2019) e la società Pioli (settore Acqua, consolidata per nove mesi nell’esercizio 2019).

VENDITE NETTE
Le vendite nette del 2020 sono state pari a 1.294,4 milioni di euro, in calo del 5,4% rispetto alle vendite del 2019 che erano state pari a 1.368,6 milioni di euro.
A parità di area di consolidamento e di cambi, la variazione è pari al -12,6% sul totale delle vendite. 2

REDDITIVITÀ
L’EBITDA è stato pari a 294,1 milioni di euro (22,7% delle vendite) a fronte dei 317,9 milioni di euro del 2019, che rappresentava il 23,2% delle vendite. Escludendo le acquisizioni dal perimetro di consolidamento, il margine EBITDA sarebbe stato del 22,9%.
Il risultato operativo (EBIT) è stato pari a 207,7 milioni di euro (16,0% delle vendite) a fronte dei 247,2 milioni del 2019 (18,1% delle vendite).
L’utile netto del 2020 è stato di 173,3 milioni di euro (180,6 milioni di euro nel 2019). La rivalutazione di impianti e macchinari di alcune delle società italiane del Gruppo e l’affrancamento dell’avviamento da parte della capogruppo Interpump Group hanno contribuito in totale per 21,7 milioni di euro. L’incremento di utile netto, rispetto al dato preliminare diffuso il 12 febbraio 2021, è pertanto dovuto sostanzialmente ai suddetti fattori fiscali.
L’utile per azione base dell’esercizio è passato da euro 1,699 nel 2019 a euro 1,596 nel 2020.
Il capitale investito è rimasto pressoché invariato passando da 1.480,2 milioni di euro al 31 dicembre 2019 a 1.482,2 milioni di euro al 31 dicembre 2020, per via degli effetti contrapposti della riduzione del capitale circolante da un lato e dell’acquisizione del Gruppo Transtecno dall’altro.
Il ROCE è stato del 14,0% (16,7% nel 2019). Il ROE è stato del 15,1% (17,1% nel 2019).

SITUAZIONE FINANZIARIA
La liquidità netta generata dalla gestione reddituale è stata di 228,6 milioni di euro (233,1 milioni di euro nel 2019). Il free cash flow è stato di 203,8 milioni di euro (124,8 milioni di euro nel 2019)
La posizione finanziaria netta al termine dell’esercizio 2020 era pari a 269,5 milioni di euro rispetto ai 370,8 milioni di euro al 31 dicembre 2019, dopo pagamento dividendi per € 28,3 milioni, esborsi per acquisizioni per € 49,0 milioni, e acquisto azioni proprie per € 48,5 milioni. Inoltre, al 31/12/2020 il Gruppo aveva impegni per acquisizione di partecipazioni in società già controllate valutati complessivamente 62,7 milioni di euro (54,3 milioni di euro al 31/12/2019).
Al 31 dicembre 2020 Interpump Group aveva in portafoglio n. 2.222.356 azioni proprie pari al 2,04% del capitale, acquistate ad un costo medio di € 28,141.

PROPOSTA DIVIDENDO
Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di proporre all’Assemblea degli Azionisti, che sarà convocata entro i termini di legge, di approvare la distribuzione di un dividendo pari a 0,26 euro per azione (0,25 euro nell’esercizio precedente). Il dividendo, se approvato, andrà in pagamento il prossimo 26 maggio 2021, con data stacco 24 maggio 2021 (record date 25 maggio 2021). Ai fini fiscali, si precisa che il dividendo è considerato attinto dalle riserve di utili formatisi successivamente all’esercizio in corso al 31 dicembre 2007 e fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2016.

EFFETTI DELLA PANDEMIA
La pandemia di Covid19 ha avuto effetti importanti su tutte le economie mondiali con la sospensione nella prima parte del 2020 di molte attività, anche nel settore manifatturiero. In Cina, l’impatto sulle società del Gruppo Interpump è stato circoscritto al primo trimestre; nel resto del mondo, le sospensioni sono state concentrate nei mesi di marzo e soprattutto aprile. Gli effetti sui risultati sono stati relativamente contenuti, e nel suo complesso il business model del Gruppo ha dimostrato un’eccellente solidità.
Durante l’anno della pandemia, Interpump ha dato priorità alla sicurezza dei propri collaboratori e rigorosamente applicato in tutte le proprie sedi lavorative gli accorgimenti necessari per la riduzione del rischio di contagio, rispettando scrupolosamente le disposizioni emanate dalle autorità competenti.

 
DOWNLOAD VERSIONE .PDF