Contenuto protetto
Per visualizzare il dettaglio del contenuto è necessario autenticarsi.
Ok
 

Raccolta Video

 
A A A
 
La proposta di rinnovamento contrattuale di Federmeccanica in sei punti
10
giu
2016
#difendere l’impresa & il lavoro
Nel nostro settore sono statipersi quasi 300 mila posti di lavoro, il 25% delle nostre Aziende ha chiuso o ha ridotto le attività.I prezzi dei prodotti industriali sono fermi da 10 anni.Molte imprese attraversano ancora situazioni di grande difficoltà e tanti lavoratori sono in Cassa Integrazione.
Non è possibile aumentare i costi, anche del lavoro, in maniera indiscriminata, senza mettere a rischio altra occupazione e la sopravvivenza di tante imprese.
#nuova retribuzione detassata
Salario mai inferiore al“minimo di garanzia”, agganciato al reale costo della vita e aggiornato ogni anno. Aumento degli stipendi legato alla produttività attraverso il collegamento delle retribuzioni ai risultati dell’azienda. Importo minimo pari a 260 euro annui da destinare a retribuzione varabile (Premi di Risultato).
Sostituire incrementi del salario lordo contattuale, tassati mediamente al 38%, con premi di risultato tassati al  10% pergarantire un salario netto reale più alto mantenendo la piena contribuzione ai fini pensionistici.
#il welfare alza il salario
Come alternativa ai premi di risultato l’importo minimo di 260 euro potrà essere destinato al welfare aziendale, come ad esempio i buoni spesa, i buoni benzina, le spese scolastiche e per l’educazione, quelle ricreative e tanti altri benefits. Queste erogazioni non sono tassate. La distribuzione della ricchezza attraverso il welfare aziendale consente di aumentare realmente il potere di acquisto delle persone.
#pensare al futuro
Assistenza Sanitaria con il Fondo mètaSalute a totale carico del datore di lavoro.
Copertura assicurativa estesa ai familiari che sul mercato costerebbe più di 700 euro, senza limitazioni all’ingresso per età anagrafica o patologie pregresse. Copertura anche dei lavoratori in Cassa Integrazione e in mobilità. Pensione integrativa più elevata con l’aumento del contributo dei datori di lavoro per il fondo Cometa che passa dall’1.6% al 2%.
#formazione per tutti
Garantire a tutti i lavoratori metalmeccanici un “Diritto Soggettivo” alla formazione pari a 24 ore in tre anni, con un contributo aziendale di 300 euro. Più garanzie e più tutele. Creando nuove competenze, nuove conoscenze che possano consentire la crescita professionale dei lavoratori e favorire la loro occupabilità nel tempo.
#fare insieme
Nuova cultura del lavoro basata sulla responsabilizzazione e condivisione degli obiettivi e dei risultati. Lavorare
uniti per affermare l’importanza della sicurezza sul lavoro ed in particolare della prevenzione. Politiche attive per aiutare chi ha perso un lavoro a ritrovare un’occupazione attraverso la riqualificazione e cercando  opportunità in altre aziende.