Contenuto protetto
Per visualizzare il dettaglio del contenuto è necessario autenticarsi.
Ok
 

Bilancio Sociale 2012

 
 
A A A
 
tower-model:MA1-50
CONTROLLI
false
true
true
true
true
true
true
true
PID = ${pid}
hashIndex = ${hashIndex}
newSeed = ${newSeed}
seed = bflWNfmmJHkARTNh9yVAzfS02Nb9jXmPKYd8i0SyEc0ODQDmQHbF449yes9QMj5BILisd1FEAP42W12pSf17wyLdGjr0GMTyK2sFQ9FhnS9tSVkeCBcviXRjsm9ZPqz7zRdsvCqpyCq5Wp9E72z8Wm7Cbk4FlSxdISzfMp0Tpmrs3lUnyLYNPO8Pcm2SGHJk0RNe8fby
can-view = false
Bilancio Sociale 2012
 

Il 2012 è stato un anno che ha visto le nostre imprese resistere strenuamente alla crisi che non ha allentato la presa anche a causa dell’instabilità politica e degli scenari europei caratterizzati da una rigorosa austerity. Nel nostro territorio, il quadro è stato aggravato dall’impatto del forte sisma che ha colpito, oltre ai centri urbani, anche interi comparti produttivi che si sono trovati a fare i conti con una difficile ricostruzione e con tutti quegli adempimenti burocratici ad essa connessi che hanno messo a dura prova la innata voglia di ripartire degli imprenditori. Questa situazione ha visto l’Associazione in campo al fianco delle imprese con un ruolo ancora più importante e decisivo per dare risposte concrete alle loro altrettanto concrete esigenze.

Lo scorso anno inoltre è stato l’inizio di un cammino condiviso che ha portato alla fusione di Industriali Reggio Emilia con PMI Reggio Emilia con la nascita di un’unica casa delle imprese che, forte di 1.100 Associati, si pone come unico interlocutore privilegiato del mondo istituzionale e politico in grado di ottenere, grazie ad una nuova forza contrattuale, beni e servizi a prezzi competitivi.

Il progetto è divenuto operativo il 1° gennaio 2013 e ha segnato una nuova fase associativa, che scaturisce dall’identità e dalla tradizione di due soggetti che hanno fatto la storia e intendono ora portare avanti insieme il futuro del fare impresa a Reggio Emilia. Da qui la volontà di rendere evidente, anche nel contesto del Bilancio Sociale 2012, il nuovo Soggetto con i numeri e le specificità di entrambe le realtà sia pure tenendo inevitabilmente conto di due gestioni diverse e di un non facile confronto tra dati e descrizioni. L’intento è stato quello di illustrare le attività e le connessioni che da esse sono scaturite per offrire alle aziende il meglio delle eccellenzein ogni campo.

L’anno prossimo potremo tracciare insieme il primo anno di vita di Unindustria di Reggio Emilia. E sarà così posta la prima pietra di un lungo cammino che auspichiamo quanto prima coincida con una vera solida riscossa del nostro comparto industriale.

 

Stefano Landi
Presidente
Unindustria Reggio Emilia

 

 
ALLEGATI
DOWNLOAD VERSIONE .PDF